Erano anni che aspettavamo questo giorno! Che sia stato l’intenso lavoro di questi ultimi mesi a farci sbloccare un nuovo livello? Che sia giunto il tanto atteso ravvedimento dalle parti di Menlo Park? Non lo sappiamo, anzi, a dire il vero noi abbiamo fatto questa scoperta in modo un po’ casuale. Sta di fatto che è finalmente arrivata una funzionalità che permetterà ai nostri social advertisers di esprimere al massimo le loro capacità in materia di post-boosting.

Fino a qualche giorno fa, la promozione di un post organico di un feed Instagram era possibile solo tramite app mobile. Cosa che comportava non poche limitazioni, tra cui, per citarne una, l’impossibilità di escludere da una campagna di recruitment gli utenti che già fanno parte della fan base [reazioni di sgomento-misto-orrore dal pubblico].

 

La novità

Ora invece, udite udite, è possibile sfruttare le potenzialità del Business Manager, prima riservate solo alle inserzioni, anche sui post organici. Da qualche settimana, infatti, quelli che creiamo da mobile compaiono, come per magia, anche nella lista dei post sponsorizzabili del Business Manager. Apriti cielo!

Escludi, includi, profila, modifica: dal pannello del gruppo di inserzioni possiamo finalmente targetizzare il nostro pubblico come avremmo sempre voluto fare. Niente più sovrapposizioni di target, niente più discriminazioni tra contenuti organici e non!

Purtroppo non possiamo creare una campagna nativa di post organici da Business Manager, né modificare il contenuto del post creato su mobile. D’altronde it’s a long way to the top (if you wanna rock’n roll), diceva una certa rock band australiana. Tuttavia, oltre alla targetizzazione del pubblico del Business Manager ora abbiamo accesso anche a tutti i suoi analytics. Così possiamo dilettarci nel monitoraggio e nella valutazione, e ricercare nei numeri le risposte alle nostre domande più profonde.

 

L’esperimento

Presi dall’entusiasmo, i nostri advertisers hanno subito testato la nuova funzionalità. L’occasione era quella giusta: una simulazione di navigazione del nuovo sito di Locanda Perbellini, realizzato in After Effect. Un contenuto simpatico ma di qualità con cui strizzare l’occhio a colleghi sviluppatori e web-designers che ancora non ci seguono, e appassionati di ristoranti dal palato raffinato (come dite? È un’audience strana? Somiglia terribilmente a noi??).

 

Risultato del test: 6,700 impression, 5,000 persone raggiunte, 680 interazioni con il post in due soli giorni. Linfa vitale per la brand awareness di Craq, scorci di nuove promettenti opportunità per l’autostima dei nostri social advertisers e per gli affari dei nostri affezionati clienti.