Loading...
Social Media

Ducati Panigale V4 R • Pianificazione editoriale social

Raccontare sui social l'ultima Rossa di Borgo Panigale

Con Ducati Motor Holding abbiamo un rapporto professionale che dura ormai da 5 anni. Nel tempo, assieme al dipartimento di comunicazione della celebre casa motociclistica abbiamo sviluppato siti web, impaginato libri fotografici, scritto brochure di prodotto, progettato campagne di progettazione per nuovi modelli di moto.

Con questo progetto invece abbiamo raccolto la nuova sfida di creare una pianificazione editoriale delicata e complessa, al fine di comunicare sui canali social del gruppo uno specifico prodotto: la nuova Panigale V4 R.

Sfida

La Panigale V4 R è l’ultima nata della casa di Borgo Panigale, la supersportiva per eccellenza. Una bellezza da 221 CV che rappresenta la massima sintesi tra tecnologia, design e eccellenza ingegneristica. Omologata per la strada, la Panigale V4 R scenderà in pista nel 2019 per rappresentare Ducati nel campionato mondiale Superbike.

La richiesta è quella di utilizzare i materiali prodotti in sede di shooting fotografico e video per progettare un racconto bilanciato, esaustivo e performante dei vari aspetti del prodotto, in sintonia con le esigenze di comunicazione, di formato e di creatività richieste dai canali.

Soluzione: creativi ma con metodo.

La lavorazione si è articolata in 4 diverse fasi:

  1. Category – topic
  2. Harvesting e trattamento creativo
  3. Pianificazione
  4. Produzione contenuti

1. Category – Topic

La nostra base di partenza è il documento di prodotto. In questo troviamo indicazione sul posizionamento e il mood di comunicazione da adottare e sulle specifiche tecniche da comunicare.

Da questo abbiamo isolato cinque macro categorie (Mood, Performance, Tecnologia, Design, Apparel) che ci sono utili per identificare e aggregare il focus dei nostre pubblicazioni. Attraverso un semplice grafico a torta siamo quindi in grado di misurare il peso che ciascun tema avrà in termini di effort su tutto il periodo di pubblicazione.

Per ogni categoria abbiamo quindi definito una selezione di caratteristiche tecniche o di aspetti di posizionamento che sono diventati il soggetto (o topic) delle pubblicazioni su Instagram Stories, Instagram, Facebook, LinkedIn e Twitter.

2. Harvesting e trattamento creativo

Parallelamente alla prima fase, è stato portata avanti un’attività di raccolta di materiale fotografico e video, successivamente classificato in termini di compatibilità con le categorie di contenuto che andranno a popolare. Una foto da studio, per esempio, sarà utile per parlare di Design, mentre una clip video di sorpasso in pista ci sarà funzionale per comunicare il Mood.

Nella fase successiva lo sforzo si è concentrato nell’ideazione dei diversi possibilità di trattamento del contenuto in modo da seguire il brief su formati e tipi di media arrivato dal cliente e per consegnare al social media manager una tool box di possibili modalità di creazione di contenuto, in linea con il posizionamento e approvato da Ducati.

3. Pianificazione

Da qui il lavoro diventa di competenza del content planner, il quale deve far quadrare le esigenze temporali, distributive e di canale.

Abbiamo lavorato quindi su due tipi di documento. Un file drive condiviso che diventa il nostro posting plan, ricco di informazioni (come tipo di media, canale, richieste di intervento sul contenuto, ecc. ecc.), ma soprattutto che dà lo sguardo d’insieme sul numero dei contenuti, la distribuzione e il channel mix. L’altro documento è stata invece una presentazione powerpoint con il mock-up o “canvas” dei nostri contenuti, siano essi Instagram Stories o Facebook posts. Qualche giro di approvazione e si è passati all’ultima fase.

4. Produzione

La fase finale di questo processo è stata la pianificazione delle diverse consegne dei pacchetti di contenuti finalizzati.
Per ogni contenuto bisognava prevedere la lavorazione delle immagini o la produzione dell’eventuale clip video, successivamente la declinazione grafica sui diversi formati in linea con le richieste dei canali e la traduzione dei diversi copy.

Infine un bel WeTransfer ed il gioco è fatto.

Craq Design Studio -
Craq Design Studio -
Craq Design Studio -
Craq Design Studio -
Share