This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. By closing this banner you agree to the use of cookies.
Loading...
Progettazione Web, Social Media, Graphic Design, Produzione multimediale

Race Against COVID • Progettazione campagna di fundraising

La campagna di fundraising in gara contro il Covid-19: insieme a Ducati per il Policlinico S.Orsola.

Ducati è da sempre parte attiva del suo territorio, contraddistinto a livello internazionale per la Motor Valley dei capolavori a due e quattro ruote, ma anche per l’altissimo livello delle sue strutture mediche e per gli hub nazionali di ricerca scientifica. Un territorio che in questi mesi è costretto nella morsa del Coronavirus, un nuovo invisibile nemico che sta mettendo in ginocchio l’Italia intera.

Ducati ha così deciso di contribuire alla lotta contro il COVID-19 lanciando una campagna di fundraising in favore del Policlinico S. Orsola di Bologna, il più grande ospedale pubblico d’Italia. Il S. Orsola è già parte dell’HUB Nazionale per la terapia intensiva, ma con questo progetto mira a raccogliere i fondi necessari per finanziare strumentazione, ricerca e personale dedicati alla cura esclusiva dei pazienti in convalescenza post Covid-19. Noi di Craq Design Studio non potevamo tirarci indietro e siamo prontamente scesi in campo a fianco dell’azienda bolognese.

Sfida

Progettare una campagna capace di coinvolgere territorialmente in primis i bolognesi e gli emiliano-romagnoli, ma anche i Ducatisti provenienti da ogni parte del mondo, molto legati a questa terra che da sempre ospita la fabbrica dove nascono le Rosse di Borgo Panigale. “Il virus è potente, ma insieme possiamo batterlo”: da questo concept siamo partiti per la costruzione di un visual, una landing page e infine un format social che potesse veicolare la campagna.

Soluzione: una gara contro il COVID.

Race Against COVID (o in hashtaggese #raceagainstCOVID) è la proposta che diventa campagna. Race, perché lavoriamo per il futuro, ma dobbiamo farlo nel presente e in tempi brevi se vogliamo avere successo. Abbiamo scelto il gergo delle gare perché ci posiziona subito come soggetti con l’approccio giusto per vincere. 

Against, perché è una corsa contro un nemico dichiarato, che noi vogliamo e possiamo battere. COVID, inseriamo chiaramente il nome del virus per contestualizzare subito l’azione. La raccolta fondi diventa quindi una corsa a cui partecipano tutti i piloti Ducati, i manager, meccanici, dipendenti, tifosi e appassionati. 

Un cuore rosso che reinterpreta il logo dell’azienda bolognese. Ci piace l’idea che Ducati sia presente, ma non scritto. Dal visual si è passati alla landing page. La hero si compone con una grafica e un messaggio di benvenuto, a seguire una gallery fotografica in continuo aggiornamento con le persone che sostengono la campagna, una spiegazione più dettagliata di ciò che sarà finanziato e di come poter fare una donazione, infine una chiamata all’azione per condividere il messaggio. Insomma, massima chiarezza con l’obiettivo di far arrivare più persone possibili su GoFoundMe, la piattaforma di crowdfunding che ospita la campagna.

Sui social media abbiamo scelto insieme a Ducati di alternare un tono di voce da “comunicazione istituzionale” di pubblica utilità, senza perdere il calore e la passione che contraddistingue l’azienda e la community dei Ducatisti. Abbiamo scelto l’utilizzo pulito della grafica per staccare le informazioni riferite alla campagna di fundraising dalle altre comunicazioni commerciali del canale. Seguendo questa strada si è lasciato al copy e alle immagini la parte di “calore”.

Per enfatizzare ulteriormente il coinvolgimento e la condivisione della campagna, abbiamo costruito una vera e propria challenge social. Una volta stampato il cartello con il visual della campagna, chiunque potrà scattarsi un selfie condividendo il proprio scatto con l’hashtag ufficiale e invitare gli amici a fare lo stesso. Una challenge che come potete vedere ci ha visto tra i tanti suoi protagonisti. 

Condividi