Loading...
access_time 16 Ottobre 2019

Alla ricerca dell’attacco vincente. Digital Strategy applicata al mondo dello sport.

filter_list

Strumento strategico e operativo composto da studi, tattiche e azioni orientate al raggiungimento degli obiettivi di comunicazione online del cliente. Piacere di conoscerti, Digital Strategy! 😉

Definirla in così poche righe è un qualcosa di fin troppo ambizioso, ne siamo consapevoli. Con questo approfondimento vogliamo mostrarvi un esempio concreto di come, noi di Craq Design Studio, abbiamo costruito una Digital Strategy per il settore sportivo.

Partiamo!

Il cliente è Active Beach Volley.

Una società affiliata FIPAV (prima società federale di beach volley a Bologna) nata per consentire agli sportivi di tutti i livelli ed età di conoscere, amare e praticare il beach volley. Ecco la mission di Active Beach Volley.

Ma facciamo un passo indietro. Era il 1915 quando sulle spiagge di Waikiki, alle isole Hawaii, si iniziano a disputare le prima partite di volley sulla sabbia. Oggi, a più di un secolo di distanza, il beach volley è uno sport popolare, capace di evocare, oltre all’estate, sensazioni gioiose e positive di benessere, divertimento e socialità.

Un mondo in cui ci sentiamo perfettamente a nostro agio. Così, siamo scesi in campo con la divisa Active Beach Volley sfoggiando per l’occasione i colpi migliori. Quali? Rebranding, progettazione/realizzazione del nuovo sito, e la digital strategy su cui vogliamo concentrare in questo blog i nostri sforzi letterari.

Communication Planner: visualizziamo la strategia.

Per confezionare una strategia è fondamentale conoscere alla perfezione l’ecosistema, o meglio lo scenario competitivo in cui il cliente muove i suoi passi. Perciò abbiamo analizzato la presenza digitale dei competitor di Active Beach Volley, esaminando i rispettivi siti web e canali social. Ci siamo soffermati sull’individuare le tipologie di contenuto che i competitor producono, e in che modo li comunicano, focalizzandoci ulteriormente sulla presenza o meno di Channel Mix fra i canali.

Contestualmente, in relazione ai competitor individuati sul territorio regionale e nazionale, abbiamo strutturato e delineato determinate macroaree, arrivando così ad ottenere il nostro Communication Planner, che guiderà a mo’ di indice il nostro lavoro.

Obiettivi di comunicazione online.

Con brief del cliente e analisi dello scenario alla mano, individuiamo gli obiettivi della strategia.

  1. Awareness: volta a comunicare l’esistenza di Active Beach Volley in tutta Bologna, provincia e regioni limitrofe;
  2. Consideration: per fare conoscere Active Beach Volley come realtà solida e professionale sul panorama di riferimento;
  3. Lead generation: per generare una lista di possibili clienti interessati ai prodotti o servizi offerti dalla società.

Come farlo?

  1. Strutturando un piano editoriale che metta al centro specifici argomenti da trattare e da “spingere” tramite il budget ADV a disposizione.
  2. Coinvolgendo nel racconto l’atleta Active Beach Volley al fine di renderlo in primis un promotore del beach volley, e in un secondo momento un promotore della società.

Target cercasi.

 Definiti gli obiettivi e il come intendiamo perseguirli, è arrivato il momento di porsi la fatidica domanda: chi “colpiamo”? Il nostro target è in questo caso composto da 3 gruppi:

 B2C = iscritti + prospect.  L’iscritto non solo rimane un target di riferimento, ma diventa, anche grazie alla creazione del profilo MyActive e al coinvolgimento nella narrazione, un ambassador Active Beach Volley. Allo stesso tempo la strategia vuole colpire quella fetta di pubblico (beachers e aspiranti tali) potenzialmente interessata a conoscere Active Beach Volley. I nostri prospect.

Per B2B intendiamo invece le aziende potenzialmente interessate a una partnership o più semplicemente ad acquistare uno spazio pubblicitario all’interno delle aree o delle attività di Active Beach Volley. Si va dalla brandizzazione di spazi, ai messaggi commerciali sugli strumenti di comunicazione, fino al total-branding di eventi.

Il terzo target di riferimento è quello legato al mondo dei professionisti e dei potenziali testimonial, i new talent. Aumentare la visibilità e rafforzare l’immagine del brand rende Active Beach Volley sempre più appetibile per i professionisti del settore (coach, fisioterapisti, mental coach, atleti pro ecc).

Dallo schema del Core Value alla costruzione di una moodboard.

Per predisporre una strategia efficace siamo partiti dall’individuazione di un core value, che potesse rappresentare nella totalità del suo significato ciò che Active Beach Volley vuole comunicare e il modo in cui intende farlo. La parola individuata, che rappresenta al meglio i valori che la società abbraccia è energia (che ritroviamo anche nel fulmine del nuovo logo). Il termine viene declinato nelle diverse aree d’interesse della strategia.

  • Energia nel comunicare: ponendo l’attenzione nei confronti degli atleti Active Beach Volley, ma anche nel voler raggiungere potenziali interessati (iscrivendosi ai corsi, sponsorizzando la società, creando collaborazioni);
  • Energia nel tono di voce: un’energia positiva, in grado di contagiare e coinvolgere;
  • Energia nel fare:offre ai propri iscritti.

Lo step successivo ci ha posti davanti a tre domande: Cosa pensa? Cosa dice? Cosa fa Active Beach Volley? Le risposte ci hanno permesso di capire realmente “cos’è Active Beach Volley”, come dovrà parlare (tono di voce) per colpire i nostri target e quali valori dovrà comunicare.


I canali.

SITO WEB

Attraverso il nuovo sito l’utente potrà esplorare la società, scoprire le strutture e conoscere da vicino i coach grazie alle schede dedicate. Le news racconteranno ciò che fa la società, affiancando l’atleta nella sua avventura Active. In un secondo momento si attiveranno filoni narrativi legati all’allenamento, al benessere, all’alimentazione e alla salute. Tramite la condivisione di link share sui canali social, l’utente sarà portato ad approfondire la lettura sul sito web.

FACEBOOK

Facebook è per Active Beach Volley il “social vetrina”. Considerato ciò, si partirà stimolando la fanbase già presente sul canale, facendosi sentire vicini, veri, professionali.

INSTAGRAM

Instagram racconterà il “mood che si respira” in Active Beach Volley. Qui i protagonisti saranno le persone: i loro volti, le emozioni che questo sport regala, ma anche le azioni di gioco e il racconto di eventi e tornei.

Fuori i contenuti, sempre in ottica di Channel Mix!

La ricezione è stata solida, l’alzata precisa: è tempo di schiacciare e di farlo in modo diversificato.  

NEWS sul sito web

Le news saranno redatte in tono informale e dovranno essere brevi. Potranno riguardare: eventi, comunicazioni importanti inerenti a corsi, clinic, iscrizioni, nuovo merchandising.

FACEBOOK

Il racconto digitale sarà lo specchio di ciò che Active Beach Volley fa, con la volontà di creare e stimolare interazione con l’utente. I diversi format grafici realizzati sono a supporto di questo racconto. (Qualche esempio)

INSTAGRAM

Su Instagram prediligiamo le immagini. Facciamo vedere le persone. I copy sono brevi e di forte impatto.

Ritroviamo le grafiche solamente nelle Instagram Stories per introdurre staff, arene, e il calendario mensile degli eventi.

Categorie, thread e topic. La pianificazione editoriale è pronta a partire.

Siamo pronti a costruire il nostro piano editoriale. Individuiamo categorie > thread > topic che accompagneranno la nostra narrazione. Game. Set. Match.

Vuoi vedere i risultati?

Visita il sito, oppure vai alla Pagina Facebook o al profilo Instagram.

Condividi